Wi Fi Mobile

SARACENA

 

Saracena è situata su una collina rocciosa, sul versante est della valle del fiume Garga, ai piedi dei Monti di Orsomarso, appendici meridionale del Parco Nazionale del Pollino. A pochi chilometri dal centro abitato si trova la Grotta di San Michele Arcangelo (detta Grotta di Sant'Angelo), un'ampia cavità carsica che si apre a 750 metri circa s.l.m. nella parete calcarea, abitata dal Neolitico antico fino alla Media Età del Bronzo. 

Nel 900 circa dell'era cristiana, l'abitato venne conquistato dai Saraceni, i quali vi stabilirono una loro colonia. Successivamente, secondo Padre Fiore, l'esercito imperiale di Costantinopoli assalì e distrusse la città, mettendo in fuga i pochi superstiti guidati da una donna avvolta in un lenzuolo. Il ricordo di questa leggenda, l'antico affresco visibile sul frontespizio della Cappella di S. Antonio e su un polittico cinquecentesco conservato nella sacrestia della Chiesa di S. Maria del Gamio, oltre che nel timbro comunale e nel gonfalone di Saracena.

Il nuovo centro abitato, sorto intorno al Castello Baronale e cinto di mura (ormai distrutte o inglobate nei muri delle abitazioni) fu fortificato con quattro porte. L'antico nucleo è caratterizzato da un intricato dedalo di viuzze di concezione islamica. Caratteristiche sono le scale esterne e i vicoli coperti a volta o con travi, che gli abitanti di Saracena chiamano vutànt, la cui funzione è quella di collegamento tra un'abitazione e l'altra.

Da visitare, la Pinacoteca con oltre 230 tra dipinti, disegni e sculture di artisti italiani e stranieri, ubicata nei locali dello storico Palazzo Mastromarchi e intitolata al pittore e poeta Andrea Alfano (1879-1967); il Museo di Arte Sacra, all'interno della Chiesa di Santa Maria del Gamio, tra le più antiche chiese di origine bizantina dell'area del Pollino; e a valle del centro storico, l'ex Convento dei Cappuccini, raggiungibile solo a piedi. 

In occasione dei festeggiamenti per il santo patrono, San Leone, il 19 e 20 Febbraio, con replica la seconda domenica di Agosto, una fiaccolata attraversa tutto il centro abitato.

 

Redazione


Regione CalabriaRegione Calabria

2015

ATTRAVERSANDO NATURA

Operazione cofinanziata dalla Regione Calabria nell'ambito del POR Calabria FESR 2007/2013
PISL - Progetti Integrati di Sviluppo Locale - Linea di Intervento 5.1.1.1
Realizzato da Rubrik Srl

Torna su