Wi Fi Mobile

FRASCINETO

 

Importante centro arbëreshë, italo-albanese, Frascineto conserva ancora la lingua, la cultura, le tradizioni e le funzioni religiose del rito bizantino. Il territorio su un'ampia pianura nel Parco Nazionale del Pollino e comprende la frazione di Eianina (Purçilli), che trae il nome dalla località "Li Porticilli", col tempo mutato in Eianina in ricordo di Ioannina, antica località della Çamëria abitata da popolazioni albanesi. Gli abitanti continuano a dirsi purçilotë, legati al passato che ha dato alla comunità e all'Arbëria figure di spicco.

Da visitare la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria Assunta, costruita in stile Barocco dopo l'arrivo degli albanesi con unica navata, un campanile caratteristico e una maestosa cupola; la Chiesa Basilicale di San Pietro e Paolo, risalente al X secolo in stile bizantino, a tre navate. Scavata nella roccia del costone Timpone del Corvo, sorge la Cappella della Madonna delle Armi (o degli Aramei), Madonna di Lassù, un tempo abitata dai monaci basiliani del Monastero di San Pietro di Frascineto, di cui oggi restano tracce dell'altare e delle mura.

Altri luoghi da non perdere, il Museo Comunale del Costume Tradizionale Albanese, il Museo Comunale delle Icone e della Tradizione Bizantina e la Cantina Sociale "Vini del Pollino".

In occasione della festa di San Pietro e Paolo, il 29 Giugno, a Frascineto si svolge un mercato famoso per i genuini formaggi tipici del Pollino; mentre la seconda domenica successiva alla Pasqua si celebra la festa della "Madonna di Lassù" (Shën Mëria Kë'tje lartë), in occasione della quale la comunità si reca in processione al Santuario e vi rimano a pranzare. La festa è scandita dalle ridde albanesi (danze tipiche) e canti. 

 

Redazione


Regione CalabriaRegione Calabria

2015

ATTRAVERSANDO NATURA

Operazione cofinanziata dalla Regione Calabria nell'ambito del POR Calabria FESR 2007/2013
PISL - Progetti Integrati di Sviluppo Locale - Linea di Intervento 5.1.1.1
Realizzato da Rubrik Srl

Torna su